LA CANTINA DI TUFO di Massimo Zona

Che Mauro Baveni non si lasci intimidire dalle sfide, lo abbiamo capito fin dal romanzo d’esordio della serie, ma ne La cantina di tufo, pubblicato da Edizioni Italia, osserviamo le mosse di questo personaggio così controverso, ma accattivante, sulle tracce delle flotte dell’Isis sulle coste libiche, ma non solo, perché il legame con la sua terra richiede ora più che mai la sua presenza: tre donne assassinate reclamano giustizia.

Al suo fianco, troviamo ex contractor e vecchi amici, ma anche Annamaria, preoccupata come non mai dei pericoli che l’uomo che ama continua a inseguire. Ma si sa, passione e fedeltà non sempre vanno di pari passo ed entrambi si domandano quanto ancora reggerà il filo insanguinato che lega le loro esistenze.

La cantina di Tufo si è classificato al primo posto ex-aequo del Premio Internazionale Letterario ed Artistico promosso dall’associazione culturale-onlus Giglio Blu di Firenze 2019.

“E capiva e sapeva di quanti esseri così fragili giravano per il mondo, prede inconsapevoli di predatori di anime e di corpi, che approfittavano del loro stato e della loro intensa solitudine.”

Lascia un commento