LA GIGANTE BAMBINA di Laura Adriani

Una certa tensione volta a riscoprire degli speciali elementi che accomunano gli uomini nell’esperienza della vita può far sì che un viaggio si trasformi in un amalgama di colori e felici note. Questi ruotano attorno a “l’amor proprio, la bellezza della natura, la gioia per la vita”. Ho posto l’accento in “quello che è racchiuso dentro un gesto”, nel modo in cui viene compiuto e in altri notevoli dettagli. La natura ed i suoi doni possono essere un incantesimo che ci coinvolge nei pensieri e nell’animo. L ‘amor proprio…, vuole in quest’onda raccontare che ogni uomo ha il bisogno e la possibilità di dedicare a se stesso un trattamento molto dolce. Da ciò può ricavare una forza d’animo molto battagliera, di grande utilità per sognare con ambizione ed affrontare difficili prove. Quando ogni piccola cosa il nostro sguardo incontra…, si prova una gioia speciale, mentre viviamo dentro la nostra bellezza, in un continuo movimento. Ho tratto ispirazione in special modo da una filosofia di amore, in cui credo fermamente: il nutrito stupore nelle scoperte, tipico dei bambini, in questo serio e strano parco giochi dell’esistenza.

Laura Adriani

“La bambina gigante” silloge poetica di Laura Adriani
Nei liberi versi, piumosi ed estrosi, di questa silloge dalla poetica pascoliana, emerge un sublime amore pacifico, materno e primitivo verso la natura, celebrando un terra gioiosa, che regala emozioni e vita, con il gorgoglio dell’acqua, il mormorio del vento, l`imponente manto verde, i milioni di fiori, i colori argentei, rosa, azzurri, rossi, tutti in sfumature indescrivibili. E tuttavia Laura Adriani fa implicito riferimento, non certo ingenuo, ad insegnamenti della tradizione aurea che pur permea l’umano da sempre, per dar marchio di saggezza alle decisioni da prendere.
L’Autrice dà immagini al brillio dell’Universo, come ai pensieri in frastuono, a ondeggiamenti e veloci flussi che tormentano i sonnì, crudi fatti, lotte ed evoluzioni, e alle paure, a strani appetiti, al grigiore che rapisce tutti, in questo mondo plumbeo che persino il pensiero chiude e imprigiona. Come aquila in volo, s’innalza, dai sentieri sterrati e rivoltati per comodità dal progresso, sopra le avversità con gioia e coraggio, spronando a divenire liberi amanti di un “amore Divino”.
Lascia fardelli e memorie, nelle pieghe degli anni; e porta con sé una sola valigia leggera come il vento, desiderosa di un lembo quieto di cromatico sogno ravvolto, in cui non ci sia ostacolo al piacere.
Sprona la speranza a scendere tacita verso un nuovo cammino, riflettendo minuziosamente sulle cose incatenate ed invisibili che sfuggono come fantasmi, cogliendo lo spiffero che attraversa l’ambizione, reggendo saldamente promesse legate, da ogni tempo, ad un filo dorato in trasparenza, camminando in punta di piedi finché il sonno non tratterrà nel suo bacio freddo senza fine.
Definisce la rabbia un’arte, “che arte è!”. La disumanità è impegnata a creare fittizi paradisi ed inferni. Tra ferite e malinconie, con un abito su misura per passi ignari nel poco ascolto, contempla la limpidezza dell’amore Divino e la gloria del suo passaggio, persino tra i fili dell’erba; definisce l’uomo un atleta indisciplinato nel suo bisogno d’imparare, in continuo cambiamento; raggiunge con l’estro della parola il delicato sentire, e finemente rappresenta la frenetica corsa alle superflue cose, la fatica per un domani, le tragedie che dilagano e l’indifferenza per ciò che non tocca direttamente l’individuo. Eppure un fulcro c’è, che darebbe centro e unità a tutti gli incroci: l’amore, smisurato spartito che basterebbe ad accomunare ogni fiato, con il profumo di un’allegria contagiosa. L’allegria infatti segna per l’Autrice il salto evolutivo: “diventai allegra, diventai gigante”.

Argentina Spinelli

 

Altre recensioni

– ( Gilberto, in Amazon libri )
Poesie al femminile.
Ogni tanto leggere un libro di poesie fa bene all’anima. In genere li tengo sul comodino e ne leggo qualcuna alla sera, prima di addormenarmi.
Con La gigante bambina mi sono trovato a leggerle quasi tutte di seguito. Non so spiegare il perché, una mi attraeva verso un’altra.

– ( Anonimo, in Google books )
Un libro che trasmette positività e fa viaggiare l’anima.
Stile molto originale. In certe parti ingenuo ma fa centro proprio per questo. Colpisce nelle piccole e grandi cose.
Molta varietà nei contenuti, profondi e belli, delle poesie.
I versi arrivano al lettore con immediatezza. Mi hanno lasciato nel complesso soprattutto una scia di gioia di vivere

– ( R. , in Amazon libri )
Una bellissima raccolta di poesie sensibili che mi hanno colpito molto nell’animo e nel cuore.
Lo consiglio vivamente!

Lascia un commento